Inaugurazione BreBeMi e Arco TEM, Massimo Gatti: “Uno spettacolo indecente!”

cantiere cassaneseMilano, 22 luglio 2014. Dichiarazioni di Massimo Gatti, già Capogruppo in Provincia di Milano per Lista un’Altra Provincia-PRC-PdCI:

Senza pudore Governo nazionale, Regione Lombardia e società autostradali sono pronti a fare la festa al territorio! BreBeMi e Arco TEM, tra le autostrade più care d’Europa,vengono inaugurati il 23 luglio per concludersi nei cantieri aperti della Cassanese e della Rivoltana e proseguire nell’attuale circonvallazione dell’Idroscalo, creando caos nonostante la diminuzione del traffico veicolare rilevata ogni anno. Vergogna, arroganza e insipienza sono una miscela deteriore che sommata alla dilapidazione di risorse e al raddoppio dei costi, contraddistingue tristemente questa vicenda, segnata anche da procedure giudiziarie per contrastare la diffusione delle mafie e dello smaltimento illecito di rifiuti sul territorio. Non ci sono soldi per gli indennizzi agli agricoltori e le proteste tardive di qualche Consigliere regionale sono poco credibili quando il Presidente Maroni tifa esclusivamente per le autostrade e l’asfalto. Le associazioni degli agricoltori facciano finalmente quello che proclamano in questi giorni per salvaguardare la terra. Non ci sono soldi neppure per il trasporto pubblico e su ferro, per la viabilità ordinaria e alternativa, ma si va avanti a testa bassa foraggiando le cosiddette grandi opere come EXPO e MOSE, anche quando si sprofonda nel pantano del malaffare e della corruzione. Per l’innesto della nuova autostrada a Milano si attende l’ennesimo e futuribile centro commerciale del Sig. Percassi a Segrate, mentre la frazione di Tregarezzo viene massacrata. Occorre fermare subito gli scempi. È solo buon senso e buona amministrazione dirottare le risorse per la cura del territorio (quante esondazioni di Seveso e Lambro bisogna ancora subire?), per gli agricoltori espropriati dalla terra e non ancora pagati e per un’occupazione di qualità. Al Governo nazionale e regionale non interessa nulla delle condizioni di viaggio e della salute, solo asfalto e pedaggi per lor signori e regali di centinaia di milioni di euro delle casse pubbliche ai privati per TEM, Pedemontana e Rho-Monza, con il mostro a 14 corsie di Paderno. La Giunta e il Presidente della Provincia di Milano, in carica fino al 31 dicembre 2014, senza il fastidio del Consiglio decaduto e dell’opposizione, sono troppo indaffarati a nominare ed assumere il ‘cerchietto magico’, senza svolgere nessuna funzione istituzionale e di controllo. Solo la mobilitazione e la partecipazione popolare può rimediare agli enormi danni che si stanno consumando, imponendo politiche alternative”. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...