Chiusura Marcegaglia, Massimo Gatti: “È indegno che la Marcegaglia festeggi la sua nomina a presidente dell’ENI chiudendo il suo stabilimento di Milano”

marcegagliaMilano, 15 aprile 2014. Intervenendo nel consiglio provinciale di oggi in merito all’intenzione di chiudere il sito produttivo di viale Sarca a Milano comunicato questa mattina dalla direzione della Marcegaglia Buildtech, il capogruppo in Provincia di Milano per Lista un’Altra Provincia – Rifondazione – Comunisti Italiani, Massimo Gatti, ha dichiarato:

“È indegno che Emma Marcegaglia festeggi la sua nomina a presidente dell’ENI chiudendo il suo stabilimento di Milano e togliendo il lavoro a 169 persone.
Suo padre era sì un padrone delle ferriere, ma almeno gli stabilimenti li apriva invece di chiuderli senza alcun motivo, considerato che lo stabilimento di Milano produce utili e lavora con turni di notte.
È altrettanto vergognoso che il capo del governo delle piccole intese PD-exPDL-Centristi non abbia trovato niente di meglio da fare se non nominare la Marcegaglia a presidente dell’ENI, nonostante suo fratello, Ad dell’azienda di famiglia, abbia patteggiato una condanna per aver pagato una mazzetta a un’azienda proprio del gruppo Eni.
Lorsignori, abituati a viaggiare su auto blu con autista, non si pongono nemmeno il problema di cosa possa significare per un lavoratore e per la propria famiglia, il doversi spostare da Milano a Pozzolo Formigaro (AL) (dove è stato prospettato il trasferimento dell’azienda) per svolgere la propria attività lavorativa con la tagliola di esuberi già annunciati.
Il Governo è assente perché in altre faccende affaccendato e, in un Paese che detiene il triste primato delle morti sul lavoro, non sta facendo nulla su questa emergenza locale e nazionale.
Mi auguro che venga convocato al più presto un tavolo negoziale per scongiurare la vergognosa chiusura annunciata questa mattina e che tutte le Istituzioni locali e nazionali facciano finalmente il proprio dovere salvaguardando il lavoro.
Per quanto ci riguarda, diamo la nostra piena adesione a tutte le iniziative di lotta promosse dalle maestranze per tutelare l’occupazione e la dignità”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...