Corte dei Conti, Massimo Gatti: “Podestà scavalca per l’ennesima volta il Consiglio provinciale”

Milano, 9 aprile 2014. Si è tenuta questa mattina presso Palazzo Isimbardi la riunione della commissione provinciale Garanzia e Controllo con il seguente ordine del giorno: “Audizione del Presidente della Provincia di Milano, On. Podestà, o di Assessore da lui delegato sui rilievi della Corte dei Conti con particolare attenzione per quanto concerne le partecipate”.

Intervenendo in commissione il capogruppo in Provincia di Milano per Lista un’Altra Provincia – Rifondazione – Comunisti Italiani, Massimo Gatti, ha dichiarato:

“Trovo gravissima l’assenza in commissione del Presidente Podestà che, soprattutto su un tema delicato e fondamentale qual’è quello delle partecipate, ancora una volta umilia il consiglio provinciale diretta rappresentanza dei cittadini.
Al suo posto è intervenuto l’Assessore provinciale al Bilancio, Maurizio Cozzi.
Ancor più grave è che la risposta ai rilievi contenuti nella delibera 35/2014 della Corte dei Conti sia stata portata in Commissione dopo essere già stata inviata alla Corte dei Conti stessa, esautorando il consiglio provinciale da qualsiasi funzione di indirizzo e controllo. Un’ ultima pagina inqualificabile di questo mandato ormai alla fine.
Vergognose, infine, le risposte fornite. Ad esempio, per quanto riguarda AFOL (Agenzia per la formazione, l’orientamento e il lavoro della Provincia di Milano), dopo anni in cui i bilanci non sono mai passati in consiglio provinciale e con un deficit enorme, oggi l’assessore è venuto a raccontarci che magicamente il buco non c’è più, un cda e una presidente impresentabili non sono ancora stati rimossi e tutto si è sistemato per grazia ricevuta.
Per ASAM, holding facente capo alla Provincia di Milano e detentrice del pacchetto azionario di Serravalle SpA, non c’è un freno al precipitare, ogni anno che passa, in un buco senza fine. Una vera e propria presa in giro che umilia i consiglieri e i cittadini che li hanno eletti, ponendo un epitaffio sulla Provincia di Milano non degno della sua storia secolare.
Per non farsi mancare nulla, abbiamo scoperto che Podestà ha fatto partecipare Provincia di Milano all’assemblea di Serravalle del 4 aprile 2014 per varare ulteriori dismissioni, senza la preliminare delibera del consiglio provinciale e quindi compiendo platealmente un atto grave e illegittimo”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...