Acqua pubblica, Massimo Gatti: “Vergognosa la nomina di Pilello a presidente del Collegio dei Revisori dell’Azienda speciale Ufficio d’Ambito della Provincia”

Milano, 13 marzo 2014. Il consiglio provinciale di Milano ha approvato durante la seduta di oggi le due proposta di delibera con i seguenti oggetti: “Fusione per incorporazione della società Costruzione Srl in Idra Patrimonio SpA e successiva scissione totale di Idra Patrimonio SpA a favore delle società beneficiarie Brianzacque Srl e Idra Milano Srl” e “Scissione parziale non proporzionale di Cap Holding SpA in favore della società a responsabilità limitata di nuova costituzione “Patrimoniale Idrica Lodigiana Srl”.

Intervenendo in aula per dichiarare il suo voto contrario, il Capogruppo per Lista un’Altra Provincia-PRC-PdCI, Massimo Gatti, ha dichiarato:

“Trovo gravissimo e scandaloso che il Presidente Podestà e la sua giunta in scadenza, con tutte le problematiche che attanagliano i nostri cittadini in questo durissimo periodo di crisi economica, continui ostinatamente a pensare solo ai “suoi” e abbia provveduto a nominare, in data 27 febbraio 2014, Pietro Pilello a presidente del Collegio dei Revisori dell’Azienda speciale Ufficio d’Ambito, dopo che non era più stato rinnovato come Presidente del Collegio dei Revisiori dei Conti dell’Ente Provincia conseguentemente agli sviluppi dell’indagine “infinito” del 2010. Inoltre Podestà e la Giunta non trovano niente di meglio da fare se non selezionare un nuovo direttore di ATO (Ambito Territoriale Ottimale), con tanto di prebenda, invece di convenzionarsi con il Comune di Milano. Nessuna risposta è stata fornita sul ruolo istruttorio alle delibere eventualmente svolto dall’ex presidente di Brianza Acque, Oronzo Rhao, recentemente colpito da provvedimenti giudiziari. Vergognosa anche la costituzione delle nuove società idriche in barba alla sentenza della Corte Costituzionale che, con estrema chiarezza, ha cassato la costituzione di società patrimoniali nel sistema idrico. Infine Podestà e la Giunta sono stati costretti a fare una delibera di costituzione in giudizio in una causa tra nuova autorità garante dei prezzi e società idriche che litigano per aumentare il prezzo tradendo nuovamente l’esito del referendum. In questo senso il mio voto non ha potuto che essere contrario a questa assurda delibera. È utile che la popolazione, i comitati e i comuni chiedano conto senza delegare una materia così importante alle “larghe intese” lombarde”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...