TEM, Massimo Gatti: “Lor signori fanno la festa al territorio”

TruccazzanoMilano, 23 dicembre 2013. In merito alla sottoscrizione in Regione del finanziamento di 1,2 milioni di euro, erogati da CDP, BEI e nove banche commerciali, che andranno a completare il piano finanziario della Tangenziale Est Esterna di Milano, il Capogruppo in Provincia di Milano per Lista un’Altra Provincia-PRC-PdCI, Massimo Gatti, dichiara:

“In Regione Lombardia, lo “squallido manipolo” capitanato dal Ministro Lupi (ex PDL) e dal Presidente Maroni (Lega Nord), affossano ulteriormente il territorio della Martesana e del sud milanese. La maggioranza politica delle basse e piccole intese (PD, Nuovo Centrodestra, Scelta Civica), caccia fuori i quattrini necessari alla super autostrada Agrate-Melegnano e, nel frattempo, la regala a Gavio, a Banca Intesa e alla “cricca”. Oltre i 330 milioni regalati col Decreto del Fare, Cassa Depositi e Prestiti e Banca Europea ne garantiscono altri 800 di prestito agevolato. Solo la parte residuale e minoritaria sarà invece garantita dai privati. Un vero scandalo, mentre ogni giorno si taglia sul lavoro, sulla buona occupazione, sui comuni, sui servizi pubblici, sull’edilizia scolastica, sulla manutenzione del territorio e sulle persone. Nessuno dei convitati di pietra ha affrontato il tradimento dell’Accordo di programma del 2007 e la cancellazione degli impegni sul trasporto pubblico e sulla mobilità alternativa, a partire dai prolungamenti della MM2 fino a Vimercate e della MM3 fino a Paullo. Il Presidente della Provincia di Milano Podestà, insieme ad altri, prosegue il sonno profondo per non disturbare il manovratore. Cosa aspettano le associazioni agricole e i Comuni a disdettare, seppur con grave ritardo, l’Accordo? Lor signori non stiano tranquilli, perché i ricorsi non vengono ritirati, la Corte dei Conti è stata interpellata più volte sulle manovre finanziarie e sulla svendita di Serravalle, i comitati e le associazioni non si arrendono. Il movimento terra, le cave di prestito, la sicurezza sul lavoro, le consulenze d’oro, i continui disavanzi di gestione e i rischi di infiltrazioni mafiose, sono oggetto del mio interessamento e anche del lavoro di altri che non abdicano al ruolo di controllo e di indirizzo delle istituzioni pubbliche. Tra fette di panettone e spumante, è forse venuto in mente a qualcuno tra gli “attori” e i “valletti” presenti in Regione, che questa grande quantità di risorse annunciate deve imporre una riduzione del danno, almeno con gli interramenti, a oggi sempre respinti, che manterrebbero alcune superfici agrarie di altissima qualità? Il Comune di Milano non ha nulla da dire, se intorno alla città capoluogo si prevedono solo autostrade e ZERO trasporto pubblico? Il paravento dell’Expo e del super commissario, non può coprire e giustificare tutto, mentre ogni giorno si distrugge l’agricoltura e si cementifica ad oltranza”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...