Ex Jabil di Cassina de’ Pecchi, Massimo Gatti scrive a Podestà e Del Nero

Pubblichiamo il testo della lettera aperta inviata oggi, 23 settembre 2013, dal Capogruppo in Provincia di Milano, Massimo Gatti, al Presidente Podestà e all’Assessore Del Nero in merito alla vertenza Ex Jabil di Cassina de’ Pecchi.

23 settembre 2013

Al Presidente
della Provincia di Milano
Guido Podestà

All’Assessore
Assessore Industria – Piccole e medie imprese – Artigianato – Commercio – Formazione professionale – Lavoro

Paolo Giovanni Del Nero
Oggetto: Lettera aperta in merito alla vertenza Ex Jabil di Cassina de’ Pecchi

Egregio Presidente, Egregio Assessore,
vi scrivo per richiamare la vostra attenzione sull’importante incontro che si terrà mercoledì 25 settembre alle ore 11.00 in Prefettura a Milano sulla vertenza che coinvolge le lavoratrici e i lavoratori della ex Jabil di Cassina de’ Pecchi, ottenuto grazie alla tenacia e alla resistenza delle maestranze che anche la settimana scorsa sono state costrette a manifestare negli uffici direzionali di Nokia Siemens Networks.
Sono sicuro che garantirete la vostra partecipazione in quanto la Provincia di Milano ha avuto un ruolo attivo in questa vicenda. In particolare: il Consiglio provinciale, nella seduta del 10 novembre 2011, ha approvato un apposito ordine del giorno, il 12 luglio 2012 ha approvato una mozione e, infine, nel giugno 2012, la Provincia di Milano ha siglato un protocollo istituzionale di intesa, con Ministero, Regione Lombardia e Comune di Cassina de’ Pecchi a tutela della vocazione industriale del sito in oggetto.
Ora occorre che le Istituzioni tutte, a partire dalla Provincia di Milano, si attivino concretamente a favore delle lavoratrici e dei lavoratori che da oltre due anni presidiano lo stabilimento facendo tutto il possibile per cercare soluzioni in grado di rilanciare la produzione.
Un presidio a tutela del lavoro e della dignità che ha già dato i suoi frutti e che ha portato all’accordo firmato tra le parti l’estate scorsa e che, purtroppo, ad oggi è rimasto disatteso.
A fronte di una controparte irresponsabile che sfugge alle proprie responsabilità e non rispetta i patti, le Istituzioni devono intervenire per garantire il rispetto degli accordi.
Ogni ulteriore perdita di tempo è inaccettabile. La Provincia di Milano deve pretendere e agire subito concretamente per una soluzione positiva e chiedere alle altre Istituzioni, secondo le varie competenze, di fare altrettanto.
Confido nella vostra sensibilità e attenzione su questo tema delicato affinché la Provincia di Milano svolga fino in fondo il proprio ruolo anche nel corso della riunione che si terrà mercoledì prossimo in Prefettura, senza ulteriori rinvii e dinieghi.
Ringraziando per l’attenzione, vi porgo i miei più cordiali saluti.

IL CAPOGRUPPO
LISTA CIVICA UN’ALTRA PROVINCIA-PRC-PdCI
Massimo Gatti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...