Milano Metropoli, Massimo Gatti presenta un’interrogazione in Provincia: “Garantire la cassa integrazione alle lavoratrici e ai lavoratori”

Milano-MetropoliMilano, 14 maggio 2013. Il Capogruppo in Provincia di Milano per Lista un’Altra Provincia-PRC-PdCI, Massimo Gatti, ha presentato, in data 8 maggio 2013, un’interrogazione, rivolta al Presidente Podestà e agli Assessori competenti, in merito all’ indirizzo favorevole allo scioglimento della Società Milano Metropoli S.p.A. (di cui la Provincia di Milano è socio di maggioranza con il 52,56% delle azioni) deliberato dal Consiglio provinciale in data 20 dicembre 2012.
 
“Trovo molto grave che, a cinque mesi dalla firma dell’accordo del 2 gennaio 2013, non sia stata ancora attivata lacassa integrazione per le lavoratrici e i lavoratori di Milano Metropoli S.p.A.– dichiara Massimo Gatti – Podestà e la giunta devono intervenire immediatamente per tutelare la dignità e il lavoro di queste persone. Non è accettabile che paghino sulla loro pelle gli errori di vertici incapaci che hanno portato la società al fallimento.
Gli stessi lavoratori hanno denunciato, in una nota, gravi irregolarità nella gestione del personale da parte del Direttore Generale della Società, Andrea Mascaretti, questione sulla quale occorre fare immediatamente chiarezza.
In questo senso, con l’interrogazione che ho presentato, ho chiesto a Podestà e ai suoi Assessori di sapere quali azionihanno messo in atto per garantire il personale dipendente di Milano Metropoli.
Considerato poi che l’Assemblea straordinaria della Società del 21 dicembre 2012 ha deciso la nomina di un liquidatore con il compito di guidare la società fino allo scioglimento e preso atto che dalla metà del mese di aprile la società è stata dichiarata fallita, con l’interrogazione ho chiesto a Presidente della Provincia e giunta di sapere con urgenza: in base a quali criteri è stato individuato il personale da mantenere in servizio e con quali criteri è stato selezionato il personale da ricollocare in altre agenzie provinciali”.
Non è tollerabile che, con l’aggravarsi della crisi, la giunta Podestà e la sua maggioranza PDL-Lega pensino solo ad occupare le poltrone anziché sostenere il lavoro a partire dai propri dipendenti e da quelli delle società partecipate”.
Annunci

Una Risposta

  1. È difficile trovare persone competenti su questo argomento, ma sembra che voi sappiate di cosa state parlando! Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...