San Raffaele, Massimo Gatti: “Cosa aspetta la Provincia a schierarsi al fianco dei lavoratori in lotta?”

Milano, 15 novembre 2012. Il Capogruppo in Provincia di Milano per Lista un’Altra Provincia – Rifondazione Comunista – PdCI, Massimo Gatti, intervenendo nel Consiglio provinciale di oggi ha dichiarato:

“Di fronte ai licenziamenti prospettati dalla proprietà dell’Ospedale San Raffaele nei confronti di 244 lavoratrici e lavoratori, la Provincia di Milano, a partire dal suo Presidente, non può continuare a tacere.
L’Amministrazione provinciale ha, infatti, precise competenze in merito da un punto di vista territoriale e lavorativo oltre che un interesse diretto nella preservazione di un servizio sanitario molto utilizzato dai cittadini del nostro territorio.
Noi del signor Rotelli non ci fidiamo già dai tempi in cui nell’ASL Milano 2 provvedeva a rimpolpare di milioni di soldi pubblici la sua clinica privata sottraendo fondi ai presidi pubblici.
L’inerzia della Provincia non è più accettabile. Occorre innanzitutto affiancare i comuni di Segrate, Vimodrone e Milano nella delicata situazione in corso. Va sostenuta efficacemente l’iniziativa sindacale e la piattaforma di lotta della RSU con atti espliciti del Presidente Podestà, della Giunta e del Consiglio provinciale.
È doveroso ricordare che la tanto sbandierata eccellenza del San Raffaele della quale in troppi cianciano, la si deve innanzitutto alle centinaia di lavoratrici e lavoratori che da anni ci lavorano con competenza, professionalità ed abnegazione.
Da parte nostra continueremo a sostenerli nella loro lotta. I 244 licenziamenti vanno ritirati immediatamente e in questo senso va immediatamente attivata la Commissione provinciale lavoro”.

Annunci

5 Risposte

  1. Grazie Consigliere Gatti…ma…Lei sà meglio di me..che la questione è urgente e perchè non fare quello che Lei scrive di Sua iniziativa intanto che gli altri si muovano? Cosa hanno risposto in Consiglio alla Sua dichairazione che io condivido! Quando parla di attivarsi nella Commissione Prov.le del lavoro, cosa intende Grazie

    • Caro Domenico,
      la informo che già durante il consiglio provinciale di oggi, appena conclusosi, ho provveduto a parlare con il Presidente della Commissione provinciale lavoro per concordare l’invito in audizione delle lavoratrici dei lavoratori non appena arriverà la richiesta da parte della RSU.
      In ogni caso, pur essendo all’opposizione, e dovendo sempre fare i conti con i numeri in consiglio, ho proposto che la commissione provinciale lavoro si rechi al presidio dei lavoratori del San Raffaele per ascoltarli direttamente proseguendo le iniziative che alcuni di noi hanno già fatto nei giorni scorsi.

      • Buongiorno Consigliere Gatti e grazie non solo per la Sua sollecita risposta ma, per il Suo intervento in Consiglio. Provvedo a “girare” questa Sua risposta alle RSU e, mi sia consentito però e non lo faccio per “giustificare” le RSU ma , desidero affermare che la vicenda dell’Ospedale San Raffaele è ormai nota a tutti con o senza richiesta delle RSU in ogni Istituzione .

        Forse ho un concetto sbagliato della Politica ma ritengo che la Politica debba mettersi al servizio dei cittadini, anche se ad esempio non vi sono state eventuali richieste di audizioni delle RSU.

        Nello specifico posso affermare che è stata certamente una dimenticanza involontaria.

        Apprezzo inoltre la Sua proposta in Consiglo e cioè che la Commissione Prov.le lavoro si rechi al Presidio e spero che ciò avvega al più presto anche se non vi è stata alcuna nota delle RSU.

        Se poi le audizioni , sono il mezzo per attivare le Istituzioni ma, con azioni concrete e non con le parole , ben vengano.

        La procedura dei licenziamenti è partita il 31 ottobre e mi permetto di suggerirLe che è ormai tempo di agire in maniera concreta e forse è il caso che la Commissione Prov.Le , almeno per questa volta, si rechi al Presidio, per l’ascolto diretto, dato anche il gesto involontario delle RSU.
        Le lascio un recapito della RSU, per evutalmente concordare nei limiti delle Sue possibilità l’eventuale incontro: Angelo Mulè cell. 3406055786 ( può riferire che sono stato io a darle il cellulare) . Grazie ancora , per tutto ciò che ha fatto e che potrà continuare a fare.

      • Sicuramente e lo posso affermare, involontariamente la Rsu non ha inoltrato la richiesta alla Commissione….ma… è assurdo..ammesso che la Commissione, volesse veramente impegnarsi, aspettare la richiesta della RSU per l’audizione .!

        Apprezzo la Sua proposta fatta alla Commissione, Le lascio anche il cell. della ns Rsu Angelo Mulè: 340.6055786,
        Grazie

  2. …ma… per la Commissione..non è nota la vicenda..?
    Le garantisco che la RSu, se non ha mai fatto richiesta, lo ha fatto involontariamente! Il Presidio è permanente…..e visibile..quindi..se la Commisisone..avesse intenzione…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...