Provincia, Gatti: “Podestà presenta un bilancio liquidatorio”

Milano, 15 giugno 2012. Il Capogruppo in Provincia di Milano per Lista un’Altra Provincia-PRC-PdCI, Massimo Gatti, intervenendo durante il Consiglio provinciale nella discussione sul bilancio previsionale della Provincia, ha dichiarato:

“Il bilancio presentato in aula dalla Giunta Podestà è un bilancio liquidatorio. Di fatto la cancellazione della Provincia è già cominciata alla faccia degli impegni presi con i cittadini e con il Comune di Milano sulla città metropolitana.
Vergognosa l’assenza in aula del Presidente e della sua Giunta che, ancora una volta, umiliano il Consiglio provinciale senza nemmeno degnarsi di venire a presentare in aula il bilancio.
Certo i governi Berlusconi e Monti hanno fatto e stanno facendo molto per tagliare le gambe all’ente provinciale, ma Podestà, presentando un bilancio degno di un saldo di fine stagione, dà il colpo di grazia.
Per la realizzazione di servizi pubblici si arriva sotto il minimo della decenza.
Podestà non è nemmeno riuscito a far escludere le spese sull’Expo dal patto di stabilità.
Patto di stabilità che, in una situazione di crisi economica in cui la Provincia ha già applicato il massimo della tassazione di sua competenza sul mercato auto (circa il 16% dell’ RCA auto), rappresenta una vera e propriaghigliottina.
Si decide di svendere le partecipazioni della Provincia in ASAM e CEM Ambiente spa senza nemmeno degnarsi di coinvolgere il Consiglio provinciale.
Su Serravalle e SEA attendiamo il 15 luglio, ma, fino ad oggi, abbiamo assistito solo a sprechi e consulenze d’oro.
Si cancellano prolungamenti della M2 verso Vimercate e M3 verso Paullo che i cittadini aspettano da anni e, in compenso, scopriamo che si pensa ad un prolungamento della metro verso Monza con un contributo della Provincia di Milano.
Anche sulla scuola gli impegni di spesa della Provincia sono ridotti allo zero. Così come per lo sport e i servizi sociali.
Si pensa di scialacquare 43,5 milioni per la nuova sede unica provinciale, del tutto inutile, e si impegnano 9 milioni di euro per la manutenzione delle strade provinciali che, per 2.000 chilometri di strade, sono briciole.
Ci sono poi ben 120mila euro impegnati per il collegio dei revisori dei conti, il cui Presidente è sempre meno affidabile come sosteniamo da tempo.
500mila euro aggiuntive, infine, vengono affidate alla Direzione Generale con obiettivi del tutto vaghi (altre consulenze? Quali sono i risultati del cosiddetto “osservatorio per la trasparenza”?).
Zero euro per una politica attiva e coraggiosa sul lavoro, materia sulla quale la Provincia decide di delegare tutto alla Regione e, visti i risultati, siamo innanzi ad un disastro totale anche su questo fronte.
In questo clima di liquidazione della Provincia, Podestà e la sua Giunta cancellano pure l’interlocuzione con i cittadinidel territorio e, su questioni importanti come l’interramento della Rho-Monza, l’impianto di trattamento di rifiuti speciali di Cambiago e l’attenzione ai pendolari e al trasporto pubblico, decidono di fare l’esatto opposto di quanto richiesto dalla popolazione, dalle Amministrazioni locali e da quanto deliberato dal Consiglio provinciale.
Per cercare di dare un minimo di dignità al Bilancio abbiamo presentato 40 emendamenti e 12 ordini del giorno e ci auguriamo che, almeno in Consiglio, prevalga in buon senso e non si decida di legittimare la liquidazione della Provincia”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...