Novaceta, Massimo Gatti: “La cassa integrazione è un atto dovuto. Podestà ci dica piuttosto cosa intende fare per evitare lo smantellamento”

Milano, 17 febbraio 2012. Il Capogruppo in Provincia di Milano per Lista un’Altra Provincia-PRC-PdCI, Massimo Gatti, intervenendo durante il Consiglio provinciale di ieri in merito alla risposta data dall’Assessore provinciale al Lavoro all’interrogazione presentata dal Capogruppo il21 ottobre 2011sulla crisi aziendale della Novaceta di Magenta, ha dichiarato:

“L’incontro convocato il23 dicembre 2011dal Servizio Crisi Aziendali della Provincia di Milano che si è rivelato determinate per il raggiungimento di un accordo tra le parti per l’ulteriore richiesta di CIG in deroga per il primo semestre del 2012, è sicuramente un fatto importante che tiene conto anche dell’impegno della Commissione provinciale Lavoro e dell’Assessorato competente. Sottolineiamo però che la cassa integrazione riconosciuta alle lavoratrici e ai lavoratori è un atto dovuto. Denunciamo invece l’assoluta mancanza di iniziativa da parte della Provincia per quel che concerne il rilancio delle attività della Novaceta e il futuro dell’azienda.

Il Presidente Podestà, e la sua fantomatica Unità di crisi, non hanno fatto e non stanno facendo assolutamente nulla per evitare lo smantellamento della fabbrica in barba agli oltre tre anni di lotta e presidio organizzati dai lavoratori e dal Comitato Magentino Dignità e Lavoro e in barba ai rischi per la salute dei cittadini, considerate le denunce presentate dai lavoratori stessi per chiedere la messa in sicurezza e la bonifica dell’area.

Le Forze dell’ordine vanno utilizzate per reprimere gli abusi e la speculazione di lor signori non per smantellare il presidio dei lavoratori.

PDL e Lega che governano Regione, Provincia e Comune di Magenta e l’insieme delle forze politiche e sociali non possono più fermarsi alle parole e agli impegni, pur significativi, che sono stati presi. Occorre che attuino le mozioni finora approvate all’unanimità dalle diverse Istituzioni e che procedano quanto prima, insieme al curatore fallimentare, all’approvazione del piano di industrializzazione e alla sua realizzazione, per garantire un futuro a questi lavoratori e alla produzione”.

Annunci

Una Risposta

  1. Podesta’,il presidente dell’unita’ di crisi ha il cognome che si merita e agisce di conseguenza. Conosco bene la situazione della Novaceta ( da anni porto la mia piccola solidarieta’ alla tenda del presidio qui a Magenta). Gazie Massimo Gatti per l’aiuto concreto e il tentativo di garantire un futuro a questi operai disperati!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...