Rifiuti, Gatti (Un’Altra Provincia-PRC-PdCI): “Gravissimi gli arresti di oggi. Ricostruire la classe dirigente lombarda”

Milano 30 Novembre 2011. “Ribadiamo la nostra piena fiducia nel lavoro della Magistratura e attendiamo gli esiti dell’inchiesta affinché si chiariscano tutti i dettagli della vicenda e si definiscano le responsabilità – è il commento del Capogruppo in Provincia di Milano, Massimo Gatti, in merito agli arresti avvenuti all’alba di oggi, del Vicepresidente PDL del Consiglio Regionale della Lombardia, del coordinatore dello staff della direzione generale di Arpa Lombardia e di altre otto persone per i reati di traffico illecito di rifiuti e corruzione – I reati contestati sono gravissimi ed è sintomatico di un sistema gravemente compromesso, che sia stato arrestato anche il coordinatore dell’Agenzia che sarebbe deputata proprio al controllo e alla protezione dell’Ambiente.

Ancora una volta emerge un sistema di corruzione e malaffare, una vera e propria cupola eco-mafiosa, che ruota intorno alla gestione e lo smaltimento dei rifiuti e alla costruzione delle nuove autostrade.

È necessario una volta per tutte fare chiarezza su cosa si vuol fare della Bre.Be.mi. per la quale sta emergendo che come sottofondo stradale si sarebbero utilizzati addirittura rifiuti speciali e pericolosi, tra cui cromo esavalente. Noi continuiamo a sostenere che vada fermata, così come vanno cancellate tutte le nuove autostrade a partire dalla TEM.

I soldi pubblici vanno invece investiti nel trasporto pubblico e nella mobilità sostenibile prolungando la M2 verso Vimercate, la M3 verso Paullo e interrando la SP Rho-Monza, anziché sprecarli in progetti faraonici che ingrassano gli speculatori e il malaffare devastando il nostro territorio e mettendo in grave pericolo la salute dei cittadini.

Paradossale che in questi momenti l’unica preoccupazione del Presidente della Provincia Podestà sia quella di riempire le poltrone del cda di Serravalle di fidi collaboratori col fine di privatizzare.

I casi di denunciata corruzione e di infiltrazione delle mafie nel sistema milanese e lombardo non sono eccezioni. Occorre un netto cambio di rotta per ricostruire la classe dirigente lombarda mandando a casa Formigoni e Compagnia”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...