Expo, Massimo Gatti: “Vergognosa dimostrazione di incapacità del centrodestra!”

Milano, 14 settembre 2010. In merito al vertice su Expo che si è tenuto ieri tra soci pubblici e proprietari privati per tentare di sciogliere il nodo delle aree di Rho-Pero dove dovrebbero sorgere i padiglioni dell’Expo 2015, il Capogruppo in Provincia di Milano per Lista civica un’Altra Provincia-PRC-PdCI, Massimo Gatti, dichiara:

 “Dopo due anni di fallimenti e di spreco di denaro pubblico in continui ricambi di poltrone, il Consiglio provinciale, azionista della società Expo, non ha ancora avuto a disposizione il documento dell’Agenzia del territorio relativo alla stima dei costi dei terreni su cui da tempo si straparla a vanvera. Una mia richiesta scritta del 4 giugno 2010 ha impiegato venti giorni per essere inoltrata alla Società Expo 2015 e, ad oggi, non ha ancora avuto risposta! E’ vergognoso!

La capacità di governo dimostrata da PDL e Lega è sotto lo zero. Come possono occuparsi di “nutrire il pianeta” quando non riescono neppure ad accordarsi sulla proprietà delle aree? Stiamo assistendo ad un triste teatrino di una trattativa sulle aree senza prezzi conosciuti, cosa che rende la vicenda Expo 2015 sempre più torbida e oscura agli occhi dell’opinione pubblica. Prima dovrebbe arrivare una proposta e solo dopo gli accordi sull’acquisto delle aree. Qui sta accadendo il contrario! Tra fantomatici orti planetari, cardi e decumani, l’unica cosa certa finora è il disavanzo di almeno 8 milioni ogni anno dichiarato dalla società di gestione, destinato a crescere inesorabilmente, per fare convegni, pagare stipendi al consiglio di amministrazione e moltiplicare le consulenze. Un enorme sperpero di denaro pubblico per il solo funzionamento della società. Nessun risultato per le periferie per i parchi per l’agricoltura e per il trasporto pubblico. Podestà deve venire al più presto in Consiglio a riferire in merito all’Expo 2015 o forse PDL e Lega hanno paura della democrazia e del controllo che il consiglio provinciale può e deve esercitare per legge in rappresentanza dei cittadini?”

Annunci