Premio “grande Milano” a Berlusconi, Massimo Gatti: “Ennesimo spreco di denaro pubblico. Provincia colonia del PDL”

Milano, 15 luglio 2010. In merito all’istituzione da parte della Provincia di Milano del premio “Grande Milano” che lunedì 19 luglio verrà consegnato, tra le guglie del Duomo, al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e al fondatore dell’ospedale San Raffaele di Milano, don Luigi Verzè, il Capogruppo in Consiglio provinciale per Lista Civica un’Altra Provincia-Prc-Pdci, Massimo Gatti, ha dichiarato:
 
“Con la pagliacciata del premio “Grande Milano”, appositamente costituito dal Presidente Podestà per dar lustro al Premier, la Provincia di Milano si conferma, purtroppo, una colonia del PDL. Altroché 150° della Provincia di Milano, altroché manutenzione del Duomo! Il concerto organizzato dalla Provincia per lunedì prossimo sulle guglie della cattedrale sarà l’ennesimo spreco di denaro pubblico per far propaganda al partito di governo. Ho comunicato durante la Conferenza dei Capigruppo di ieri, d’accordo con gli altri gruppi di opposizione, che restituiremo immediatamente a Podestà il suo invito a partecipare a una parata di regime. I grandi milanesi che hanno fatto cose straordinarie e che andrebbero premiati non sono quelli come Berlusconi, ma piuttosto le tante e i tanti cittadini impegnati costruttivamente nella società e, ad esempio, gli operai della INNSE Presse.  Perché il Presidente Podestà non propone, piuttosto, un grande evento culturale in una delle tante fabbriche in crisi del nostro territorio per raccogliere fondi a sostegno delle lavoratrici, dei lavoratori e delle loro famiglie? Che impari dagli artisti della Scala che si sono esibiti gratis a Paderno Dugnano lo scorso 27 giugno, per sostenere le lavoratrici e i lavoratori di Lares e Metalli Preziosi. Questo sì sarebbe un bel modo per celebrare i 150 anni della Provincia di Milano oltreché un primo passo per far tornare Milano ad essere capitale morale e del lavoro, dando un segnale concreto ai cittadini del nostro territorio. Concerti sul tetto del Duomo sono mera propaganda, senza nulla togliere alla veneranda Fabbrica del Duomo, che, certamente, deve ricevere i fondi dovuti dal Governo nazionale e dagli altri enti”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...