Contro la manovra, Massimo Gatti aderisce alla protesta dei Comuni e della Province

Milano, 22 giugno 2010. Il Capogruppo in Provincia di Milano per Lista civica un’Altra Provincia-Prc-Pdci, Massimo Gatti, già sindaco di Paullo (MI) dal 1985 al 2004, aderisce alla manifestazione di protesta contro i tagli previsti dalla manovra economica del governo promossa per domani, mercoledì 23 giugno, a Roma davanti a Palazzo Madama dall’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) e alla quale hanno aderito anche l’Unione delle province italiane (UPI), quella delle Comunità montane (Uncem), la Legautonomie e la CGIL.

“Aderiamo con convinzione alla manifestazione dei Comuni e delle Province contro la manovra economica voluta dal governo Berlusconi. Un provvedimento profondamente iniquo che falcia Comuni, Province e Regioni con un taglio di oltre 14 miliardi, pari al 60% del totale. I tagli si scaricheranno totalmente sui cittadini, le lavoratrici e i lavoratori, i cui redditi sono già gravati dalla cassa integrazione, dalla disoccupazione e da un fisco che pesa solo sulle buste paga e sulle pensioni. I tagli agli Enti Locali si tradurranno in meno trasporto pubblico locale, meno scuola pubblica, meno lavoro, meno cultura e meno risposte ai bisogni dei cittadini, in primis: nidi, materne, tempo pieno, servizi per gli anziani e i non autosufficienti. Di fronte a tutto ciò, mi auguro che anche il Presidente Podestà e la Provincia di Milano siano presenti domani in prima fila davanti al Senato con il gonfalone per tutelare innanzitutto gli interessi dei propri cittadini”.

Annunci