M3 e Parco Sud, Massimo Gatti: “Basta promesse. La Provincia predisponga subito i finanziamenti per la metropolitana da San donato a Paullo e approvi il nuovo PTCP”

Milano, 26 marzo 2010. Il Capogruppo in Consiglio provinciale per Lista civica un’Altra Provincia-Prc-Pdci, Massimo Gatti, in merito alle recenti dichiarazioni dell’Assessore Altitonante e alla discussione in corso in Consiglio provinciale sul bilancio 2010, ha dichiarato:

“L’Assessore alla pianificazione territoriale della Provincia di Milano, Fabio Altitonante, ovviamente accompagnato dal candidato PDL Maullu, promette di avviare i lavori per il prolungamento della M3 da San Donato a Paullo entro il mandato Podestà… Peccato che nel bilancio di previsione 2010, in discussione in questi giorni in Consiglio, non ci sia nemmeno un centesimo per questo progetto! Per non prendere in giro i pendolari e i cittadini del sud est milanese, già duramente colpiti dalle pesanti criticità del sistema della mobilità nell’area, occorrerebbe uscire dalle promesse da campagna elettorale e definire precisi impegni della Provincia per il trasporto pubblico su ferro. Per iniziare sarebbe sufficiente approvare un ordine del giorno da me presentato e sottoscritto da tutte le opposizioni, che chiede di inserire nel bilancio 2010 un fondo per il cofinanziamento provinciale del prolungamento della linea metropolitana 3 da San Donato Milanese a Paullo e della M2 da Cologno Nord a Vimercate, progetti già previsti dall’Accordo di programma per la realizzazione della Tangenziale Est Esterna del 5 novembre 2007 e ad oggi ancora sulla carta. In attesa che questi grandi progetti trovino attuazione, si dovrebbe inoltre da subito dare ascolto alle proposte dal comitato dei pendolari della Paullese CPM3 e dal Circolo Erbamatta di Legambiente: più vigilanza per il passaggio di soli pullman e residenti sul tracciato della vecchia paullese e potenziamento del servizio di autobus.
La Provincia di Milano ha poi un altro grande compito per salvaguardare il territorio e la salute dei cittadini: mettere in salvo il Parco Agricolo Sud da nuove cementificazioni. Anche in questo caso non servono né dichiarazioni roboanti da campagna elettorale, né lacrime di coccodrillo a disastro avvenuto… L’Assessore Altitonante ha nuovamente nelle sue mani la soluzione più semplice al problema: la rapida approvazione del nuovo Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale con l’indicazione degli ambiti agricoli e il blocco immediato di ogni deroga per nuove cementificazioni e nuovi inceneritori nei confini del Parco.
Di queste cose dovrebbero occuparsi le istituzioni per recuperare la fiducia smarrita dei cittadini. Oggi più che mai è urgente il rilancio di una nuova etica pubblica per contrastare efficacemente l’infiltrazione della criminalità nel sistema economico e politico milanese e lombardo e rappresentare l’interesse generale e non gli affari di pochi. Questo stiamo facendo in Provincia di Milano, questo vorremmo continuare a fare in Regione Lombardia con la Federazione della Sinistra, mettendo in campo battaglie, idee e proposte per sconfiggere PDL e Lega e aiutare a superare le debolezze di PD e centrosinistra corto”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...