Assestamento di bilancio in Provincia, Massimo Gatti (un’Altra Provincia-Prc-Pdci) vota contro: “Vergognoso spendere altri 650mila euro in consulenze in Serravalle spa”

Milano, 27 novembre 2009. Il capogruppo in Provincia di Milano per Lista civica un’Altra Provincia-PRC-PdCI, Massimo Gatti, intervenendo durante il consiglio provinciale di ieri pomeriggio per motivare il suo voto contrario, unico in tutto il consiglio, in merito alla proposta di Assestamento generale al Bilancio di previsione 2009, ha dichiarato:

“La materia principale sulla quale la legge da potestà assoluta al Consiglio è il bilancio. Trovo paradossale che la commissione di esperti incaricata da Podestà, e pagata dai contribuenti, per “monitorare” la situazione finanziaria e patrimoniale dell’Ente attraverso l’istruzione di una due diligence, non abbia ancora fornito al Consiglio, dopo oltre tre mesi, alcuna relazione.

L’Assessore Squeri che si comporterà pure da formica e non da cicala, come lui stesso ha sottolineato, deve però chiarire dove l’Assessore Altitonante troverà i 450 milioni di euro promessi ai cittadini per il prolungamento della metrò fino a Paullo, quando, negli assestamenti di bilancio, ha previsto esclusivamente drastici tagli agli investimenti. Sarebbe meglio essere molto più seri nei confronti della popolazione del sud Milano e avere il coraggio di recuperare fondi veri da Regione Lombardia e dallo Stato per le metropolitane, tagliando sperperi e sprechi sempre più vistosi.

Vigileremo poi sull’aumento delle consulenze inutili per evitare che accada ancora quello che è successo ad ottobre con Serravalle spa, controllata dalla Provincia, che ha deciso una spesa di 650mila euro in consulenze in soli due giorni, senza che la Provincia vigilasse.

Ho espresso il mio voto contrario, così come già feci in settembre contro il primo assestamento di bilancio, perché ritengo che dietro le proposte del centrodestra si nasconda l’intenzione di ridurre sempre più l’intervento pubblico nell’istruzione e nei servizi pubblici a partire dai trasporti.

Nessuno dalla maggioranza ha poi speso una parola sul fatto che il governo nazionale di PDL e Lega, in barba al federalismo, non abbia stanziato agli enti locali i fondi dovuti per rimpiazzare l’abolizione dell’ICI”.

Annunci

Una Risposta

  1. complimenti renata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...