TRAM MILANO-LIMBIATE: INCONTRO PUBBLICO IL 16 GIUGNO A PADERNO

serata 160617 Tram MI_Limbiate

SERVONO POLITICHE PUBBLICHE.

berlinguerContinuano le privatizzazioni selvagge e progressive che hanno riguardato negli ultimi decenni tutti i settori della vita nazionale. Emblematico il ruolo di FS/ SPA dagli ex scali di Milano al megaprogetto FS/ANAS, dove l’interesse pubblico non esiste, ma contano solo gli affari. Nel frattempo la situazione dei pendolari peggiora, i servizi pubblici si contraggono e le classi dirigenti nazionale e regionale, tutti assieme appassionatamente, dopo aver scelto con la giunta passata e presente di Milano città di procedere con la costosissima e sbagliata M4 solo in territorio urbano, tagliano altri progetti più utili come M2 a Vimercate e M3 a Paullo. Non ancora contenti i vertici amministrativi di Milano, Monza, Sesto S.G. e Cinisello con la compiacenza di governo nazionale e giunta regionale proclamano il prolungamento di M1 e anche M5,in zone gia raggiunte dal servizio ferroviario, ma dove l’EXPO infinito concentra tutti gli appetiti. In queste settimane centinaia di chilometri di strade ordinarie non a pagamento risultano sempre più abbandonate e pericolose, l’occupazione nelle piccole e medie aziende che lavoravano nella manutenzione è crollata, ma nulla si muove se non nuove e ingenti risorse per le autostrade inutili e dannose che hanno calpestato l’agricoltura e la salute pubblica. Nel frattempo riaffiora il solito balbettio sui tagli ai lavori di completamento della riqualificazione della Paullese. Il fallimento della città metropolitana senza democrazia e senza quattrini e dell’abolizione delle province elettive è sotto gli occhi di tutti, insieme agli scarsi risultati nel contrasto a corruzione, mafie e sprechi. Significativa la situazione dell’Idroscalo, eccellenza storica di questo territorio, oggi sommerso dalle alghe e dalla impraticabilità organizzativa e finanziaria delle manutenzioni. Nell’epoca supertecnologica che viviamo vanno trovate soluzioni innovative, ma sicuramente alla vigilia del 33° anniversario della morte di Enrico Berlinguer varrebbe la pena di ristudiarne il pensiero e l’opera per trovare anche oggi vie nuove e originali per cambiare il presente con più giustizia e democrazia.

MASSIMO GATTI già consigliere provinciale Milano Lista civica Un’Altra Provincia/PRC/PdCI

11 GIUGNO – RICOSTRUIRE L’ITALIA E LA SINISTRA, PARTENDO DALLA LEZIONE DI ENRICO BERLINGUER SULLA QUESTIONE MORALE

BERLINGUER

RICOSTRUIRE L’ITALIA E LA SINISTRA, PARTENDO DALLA LEZIONE DI ENRICO BERLINGUER SULLA QUESTIONE MORALE. 

APPALTI TRUCCATI, CENTRI DI ASSISTENZA MIGRANTI, QUESTIONE CONSIP, SONO GLI ULTIMI ESEMPI DI COME LA MALA PIANTA DELLA CORRUZIONE SIA ANCORA UNA PALLA AL PIEDE DEL PAESE.

DOMENICA 11 GIUGNO DALLE ORE 10.00 PRESSO IL SALONE ARCI DI VIA SOLARI 40 MILANO. 

NE PARLIAMO CON

  • ANDREA COIRO
  • MASSIMO GATTI
  • PAOLO MATTEUCCI
  • MATTEO PRENCIPE
  • ONORIO ROSATI

ORGANIZZA ASSOCIAZIONE ENRICO BERLINGUER MILANO – CI TROVI ANCHE SU FB

23 MAGGIO 1992-2017 | PER NON DIMENTICARE GIOVANNI FALCONE

2017-23-maggio-sera

2017-23-maggio-pomeriggio

18 MAGGIO | ASSEMBLEA A RHO

Volantino 001

20 MAGGIO | NO ONE IS ILLEGAL

image003 (1)

La rete “Nessuna persona è illegale” è oggi composta da numerosi soggetti di diverso tipo, quali associazioni, spazi sociali, comitati, collettivi, partiti politici; se la nostra proposta è giovane, da anni le nostre storie s’intrecciano nel segno dell’antirazzismo e della solidarietà attiva tra cittadine e cittadini indipendentemente dalla provenienza. La proposta della manifestazione “20 maggio senza muri” da parte del Comune di Milano è stata un’ottima occasione per confrontarci apertamente; ne è scaturita la volontà di utilizzare la manifestazione come un’opportunità per far emergere una proposta alternativa, nata dalla nostra prassi e dalle nostre riflessioni pluriennali, che oggi infine convergono e si depositano in una piattaforma comune che proponiamo all’attenzione della cittadinanza [Contina a leggere l’appello completo].

20 MAGGIO | INSIEME SENZA MURI

20maggiosenzamuri

Milano il 20 maggio sarà attraversata da una mobilitazione festosa e popolare. Una mobilitazione carica di speranza. La speranza di chi crede nel valore del rispetto delle differenze culturali ed etniche. La speranza di chi ritiene che la società plurale sia un’occasione di crescita per tutti e che la logica dei muri che fomentano la paura  debba essere sconfitta dalle scelte che pongono al centro la forza dell’integrazione e della convivenza.  Quelle scelte che, a cominciare dall’Europa, sconfiggano il vento dell’intolleranza e che mettano al centro il principio dell’incontro tra i popoli e di un futuro fondato sul valore della persona senza che la nazione d’origine, la fede professata, il colore della pelle possano diventare il pretesto per alimentare nuove discriminazioni. Quelle scelte che, a livello nazionale, ci portino a compiere, senza ambiguità, passi avanti reali, come l’effettivo superamento della Legge Bossi Fini, l’approvazione della Legge sulla Cittadinanza, la necessità di rafforzare un sistema di accoglienza dei migranti fondato sul coinvolgimento di tutte le comunità e le istituzioni, la trasparenza, la qualità, il sostegno ai soggetti più fragili (i minori, le donne, i vulnerabili), la cultura dei diritti e della responsabilità. Milano è nata dall’incontro tra storie diverse e il suo sviluppo si è fondato, nei suoi momenti migliori, proprio sulla capacità di accogliere le diversità e di alimentare la coesione sociale. E come Milano, in svariati luoghi del mondo, chi crede nella società aperta, e non si fa incantare dalle sirene dell’odio, scommette con più certezza sulla propria crescita e sulla capacità di generare  lavoro, benessere ed opportunità. Anche per questo  il 20 maggio, in un giornata di impegno, musica, creatività, cultura, saremo in tante e in tanti. Perché, nel tempo in cui viviamo, sono in gioco i valori fondamentali per il futuro di tutti.

www.20maggiosenzamuri.it.